Top

Legion d'Onore su richiesta per il principe saudita

Secondo la rivista francese Causette sarebbe stato Mohammed ben Nayef a richiedere l'onorificenza, con Hollande che non ha battuto ciglio

Mohammed ben Nayef e Hollande
Mohammed ben Nayef e Hollande

Desk1

11 Marzo 2016 - 21.51


Preroll

Il principe saudita Mohammed ben Nayef ha ottenuto la Legion d’Onore su richiesta. Secondo lo scoop pubblicato dalla rivista francese Causette, sarebbe stato lui stesso a chiedere all’Eliseo la massima onorificenza francese, con Hollande che non ha saputo dire di no. Il giornale pubblica oggi un imbarazzante scambio di e-mail tra l’ambasciata di Francia a Riad ed alti funzionari dell’Eliseo. Nella corrispondenza top-secret, l’ambasciatore di Parigi in Arabia Saudita, Bertrand Besancenot, stila una lista di ‘buoni motivi’ per assegnare il ‘brillocco’ napoleonico al numero due della monarchia wahabita accusata di violare i diritti umani. Soltanto qualche giorno fa l’attrice Sophie Marceau aveva rifiutato la Legion d’Onore per protesta contro il conferimento dello stesso premio al principe saudita, responsabile di centinaia di esecuzioni.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Le Ong parlano di settanta esecuzioni da inizio anno, di cui oltre quaranta in una sola giornata. La Legione sarebbe «un gesto nei confronti del futuro re Saudita – argomenta Besancenot nella e-mail del 2 marzo, rivelando tra le righe l’insospettabile: “Rispondere alla sua richiesta di ricevere la Legion d’Onore in un momento in cui intende rafforzare la sua statura internazionale mi pare indispensabile”. »Nessun motivo per non farlo«, ribatte da Parigi Jér“me Bonnafont, consigliere per il Medio Oriente del ministro degli Esteri, Jean-Marc Ayrault, aggiungendo una raccomandazione: “Serve riserbo con i media ma senza nasconderlo, altrimenti verrà interpretato (da Riad) come un’umiliazione, se (i giornalisti,ndr.) ci chiedono qualcosa risponderemo ‘lotta a Isis e partenariato economico e strategico’. Chiaramente, per compensare, aggiungerei elementi ‘diritti umani’ tra i contenuti del discorso”. Due giorni dopo, il 4 marzo, Mohammed Ben Nayef verrà accolto tra gli ori all’Eliseo. Una vicenda che ha suscitato proteste e indignazione in tutta la Francia.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile