Top

La Russia si riarma: risponde all'accerchiamento Nato

Mosca risponde all'accerchiamento della Nato con nuovi aeroporti nell'Artico, basi in Crimea e Kalinigrad ed una Forza di difesa aerospaziale unificata.

L'esercito russo
L'esercito russo

redazione

15 Gennaio 2015 - 09.45


Preroll

Nell’anno he si è appena iniziato il Ministero della Difesa russo prevede di concentrarsi sul potenziamento delle capacità militari in Crimea, nella regione di Kaliningrad e nell’ l’Artico, oltre a compiere altri ammodernamenti previsti delle forze armate ed a mettere a punto un nuovo piano di difesa a lungo termine.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Stiamo elaborando un nuovo piano di difesa della Russia Difesa per gli anni 2016-2020 al fine di garantire l’adempimento tempestivo e l’immissione obbligatoria degli ordini per la difesa dello Stato nel 2015 oltre che di avere nuovi modelli di armi ed equipaggiamenti militari moderni come previsto”, dichiara il ministro della Difesa Sergey Shoigu, annunciando i mutati orientamenti di Mosca nei suoi piani di principale riarmo che richiederà un investimento di più di 20 miliardi di rubli (310 miliardi dollari) nell’arco di 10 anni, secondo una nuova dottrina militare.

Middle placement Mobile

Il capo di Stato maggiore generale, Valery Gerasimov ha detto che nel 2015 la Russia si concentrerà specialmente sul rafforzamento suo esercito nella penisola di Crimea, la regione di Kaliningrad, e nell’Artico: “Nel 2015, i principali sforzi del ministero della Difesa si concentreranno su un aumento delle capacità di combattimento delle forze armate e du un incremento del personale militare in conformità con i piani di costruzioni militari”.

Dynamic 1

Nell’Artico, come dice il vice ministro della Difesa , generale Dmitry Bulgakov, la Russia intende costruire altri 10 aeroporti militari nel 2015. “Quest’anno costruiremo 10 aeroporti nella regione artica, il che porterà a 14 il numero degli scali operativi nella regione artica”, annuncia.
Un nuovo ramo della macchina militare russa, la Forza di difesa aerospaziale, sarà formata entro il 2015, prima del previsto, attraverso la fusione dell’Areonautica e delle Forze spaziali: “Un nuovo tipo di forze armate verrà creato nel 2015, la Forza di Difesa Aerospaziale, dalla fusione di due forze militari già esistenti – dice – e la Russia continerà a sviluppare un settore spazio che sia affidabile nei preallarmi e nel sistema radar per rilevare il lancio di missili.

Quest’anno, aggiunge Shoigu, le forze armate russe riceveranno circa 700 blindati e 1.550 altri veicoli, 126 aerei, 88 elicotteri e due sistemi missilistici “Iskander-M”. La marina riceverà cinque navi da guerra di superficie e due sottomarini multiuso. Sempre nel 2015, ed ancora un anno prima del previsto, i militari entreranno in possesso della stazione radar “Voronezh-DM” nella città siberiana di Yeniseisk. Un simile in Barnaul, regione di Altai della Russia, sarà eretta sei mesi prima del previsto, ha aggiunto il capo della Difesa .

Dynamic 2

Inoltre, una rete di centri di formazione di guerra sarà istituita in ogni distretto militare russo, che entro il 2020 si prevede di collegare tutti tra loro in un unico spazio di battaglia virtuale, secondo il ministro. Al fine di aumentare il livello professionale dei suoi soldati, Mosca pensa di arruolare entro la fine del 2015 per reclutare 52.000 soldati di contratto, oltre a militari di leva.

Fonte: RIa Novosti

Dynamic 3
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage