Top

Ucraina: a Donetsk ucciso un cameraman russo

Anatoli Klian, 68 anni, che da 40 anni lavorava per la tv russa ed aveva compiuto diverse missioni pericolose. Seguiva separatisti per la tv pubblica di Mosca Perviy Kanal.

Ucraina: a Donetsk ucciso un cameraman russo

Desk2

30 Giugno 2014 - 09.13


Preroll

L’Ucraina continua ad essere un terribile teatro di guerra, morte e distruzione, non solo per militari e ribelli ma anche per civili e professionisti. Il cameraman dell’emittente russa Channel One (Pervyj kanal) è morto nella regione ucraina di Donetsk, a seguito di una ferita di arma da fuoco all’addome: è stato colpito al ventre da un proiettile, per lui non c’è stato nulla da fare.

OutStream Desktop
Top right Mobile

«Questa notte – ha riferito il canale televisivo in un comunicato ripreso dalle agenzie di stampa russe – il nostro collega Anatoly Klyan, cameraman di Channel One è morto a Donetsk. La tragedia è avvenuta nei pressi di una delle unità dell’esercito», dove si trovava per filmare un servizio. «Sul posto – si legge ancora – sono stati sparati improvvisamente dei colpi dalla parte dei militari. Anatoly Klyan è stato colpito mortalmente all’addome. Aveva 68 anni».

Middle placement Mobile

Anatoli Klian da 40 anni lavorava per la tv russa e aveva compiuto diverse missioni pericolose, fa sapere l’emittente sul proprio sito. Insieme ad un gruppo di giornalisti russi stava seguendo a bordo di un pullman i filorussi dell’autoproclamata Repubblica di Donetsk che si accingevano a incontrare le madri di alcuni soldati che erano venute a supplicare che i loro figli potessero lasciare la zona. Il viaggio verso l’unità dell’esercito era stato organizzato dal servizio stampa dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk. I giornalisti stavano viaggiando a bordo di un autobus con le madri dei soldati che intendevano chiedere il rientro a casa dei loro figli in servizio.

Dynamic 1

«Una volta sul posto, sono partiti dei tiri da parte dei militari e Anatoli Klian è stato colpito a morte al ventre», scrive la tv. Anche l’autista del pullman è rimasto ferito. Dopo gli spari i giornalisti sono riusciti a raggiungere un autobus e ad allontanarsi di circa 500 metri. Successivamente ci sarebbe stata una nuova sparatoria, in cui è rimasto ferito Klyan. L’uomo è stato trasportato in ospedale dai suoi colleghi, ma è deceduto per le gravi ferite riportate.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage