Top

Obama come statista ha la statura di Renato Brunetta

Il premio Nobel per la Pace ha davvero la statura politica di una formica. Ma non che Bush I e II o Clinton abbiano avuto colpi di genio. Fanno cavolate. E la gente muore.

<picture> Obama come statista ha la statura di Renato Brunetta </picture>

Redazione

12 Settembre 2013


Preroll

di Pietro Manigas

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile

Ditemi che mi sbaglio, che non sto scrivendo io ma il mio potente astrale e tenace antiamericanismo. Se è così fatemi capire dove sbaglio, perché adesso io provo a mettere in fila due o tre cose che mi passano nella testa per dimostrare.

Dynamic 1

Obama come presidente degli Usa è imbarazzante. Ha promesso cento cose, non ne ha fatta una. Compresa la guerra di Siria che voleva fare e non trova il modo. O è scarso come pochi, o è sfigato come nessuno oppure il livello medio della politica americana è sceso a livelli tali che Sarah Palin sembra una regina di arguzia.

Dynamic 2

Ma a pensarci bene tutto quello che hanno fatto gli americani dal 1991 a oggi è delirante. Per esempio l’Iraq: dopo una ventina d’anni di guerre, di ammazzamenti e distruzione la situazione è questa: l’Iraq è più instabile che con Saddam. O no? C’è chi su qusta scempiaggine di Bush ci ha perso la vita e chi ha fatto soldi a palate. La guerra dei Bush quindi non serviva alla stabilità e alla democrazia, ma ad arricchire qualcuno. Come il Tav in Italia. Non serve alle scatolette di tonno frettolose ma a chi ci fa soldi con appalti e subappalti.

Dynamic 3

E la guerra in Afghanistan? Oggi i talebani sono più forti di prima. In cambio la reazione post-11 settembre degli Stati Uniti e degli alleati è stata scomposta, inutile. Ed è servita solo per giustificare leggi repressive e fuori controllo dentro e fuori l’America.

Dynamic 4

Vogliate fare un attmo di attenzione sulla primavera araba così tanto sostenuta dai media americani che si è tradotta in una ventata di libertà finita in una situazione ancora peggio di prima. Vogliamo parlare dell’Egitto? Per non dire della guerra libica servita solo per ammazzare Gheddafi. Brutalmente, tra l’altro. Enon si può dire che oggi la Libia sia democratica.

Dynamic 5

E veniamo in Siria. Gli Stati occidentali pasticcioni e ignoranti hanno armato i ribelli e i mercenari al loro soldo. Perché? ma certo! la democrazia. Una bella e libera democrazia come in Arabia Saudita, no? Ebbene, nonostante tutte le sciocchezze, il fatto di aver armato in Siria gli alleati di al Qaeda, volevano fare la guerra con le solite prove farlocche. Talmente farlocche che la pistola fumante si è ammosciata prima di tirala fuori. E Obama adesso, con i suoi consiglieri geniali, sta cercando un’altra soluzione. Che sarebbe meglio dire: un’altra cappellata da inventarsi.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage