Top

Siria: agosto è stato il mese più sanguinoso per i reporter

Ne sono morti 9. Lo denuncia l'Associazione dei giornalisti siriani, organismo che si distingue dal sindacato dei giornalisti del regime di Bashar al-Assad.

Siria: agosto è stato il mese più sanguinoso per i reporter

redazione

1 Settembre 2012 - 12.53


Preroll

Agosto è stato il mese più sanguinoso per i giornalisti in Siria. E’ quanto denuncia l’Associazione dei giornalisti siriani, organismo che si
distingue dal sindacato dei giornalisti del regime di Bashar al-Assad. Nove giornalisti e attivisti
dei media sono stati uccisi solo lo scorso agosto. Dal marzo dello scorso anno nel Paese arabo sono rimasti uccisi 65 reporter.

OutStream Desktop
Top right Mobile

In un comunicato l’Associazione riporta tutti i nomi dei nove
giornalisti, fotoreporter e attivisti dei media uccisi il mese scorso
e le circostanze in cui sono stati assassinati grazie alle
informazioni raccolte dalla sua Commissione per la libertà dei media.
Quasi tutti – siriani tranne la
giapponese Mika Yamamoto, morta il 20 agosto in quartiere di Aleppo
sotto i bombardamenti delle forze del regime siriano – sono stati
uccisi nella zona di Aleppo e in quella della capitale Damasco.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage