Top

Dna da campioni: Messi e Mbappé protagonisti al Mondiale, a caccia di record e vittorie

Qatar 2022 mette in scena alcuni tra i calciatori più talentuosi del panorama internazionale. Il Dna dei campioni, del resto, non mente. Primi fra tutti il veterano Messi e Mbappé.  

Dna da campioni: Messi e Mbappé protagonisti al Mondiale, a caccia di record e vittorie

globalist Modifica articolo

7 Dicembre 2022 - 11.25


Preroll

Aspettando Cristiano Ronaldo, che al debutto ha già siglato il suo 44esimo record personale, quello che lo vede come il primo calciatore della storia ad andare a segno per cinque edizioni della Coppa del Mondo, in Qatar si celebrano altri due grandissimi protagonisti della kermesse attuale ma non solo, e cioè Lionel Messi e Kylian Mbappé, avversari a Doha, compagni di squadra a Parigi con il PSG. Il dna da campioni come tratto comune, la maglia dello stesso club sulle spalle, i due fuoriclasse di Francia e Argentina potrebbero incontrarsi di nuovo come accadde in Russia 2018 agli ottavi di questo Mondiale.

OutStream Desktop
Top right Mobile

La condizione è che la nazionale transalpina vinca il suo girone, fatto probabile dopo le prime due vittorie maturate contro Australia e Danimarca, e che la Selección chiuda seconda, circostanza anche questa possibile visto che la nazionale albiceleste dopo la clamorosa debacle all’esordio contro l’Arabia Saudita è tornata in corsa per il superamento del turno grazie al 2-0 inflitto al Messico.

Middle placement Mobile

All’ultima sfida di questa prima fase, la Francia, che comanda il gruppo D con 6 punti dopo le due vittorie per 4-1 contro l’Australia e per 2-1 contro la Danimarca, deve vedersela con la Tunisia che finora ha guadagnato un solo punto e segnato zero reti (pari a 0-0 con i danesi e ko per 0-1 contro gli oceanici), mentre l’Argentina che si è risollevata nel gruppo C e adesso ha 3 punti, sfida la Polonia capolista con 4 (0-0 contro il Messico e 2-0 all’Arabia).

Dynamic 1

Anche le quote dei Mondiali 2022 che permettono di avere dati più precisi anche nelle scommesse sui goleador e i vari testa a testa, ci dicono che le due formazioni dei ct Deschamps e Scaloni hanno le carte in regola non solo per confermare il pronostico battendo le rispettive avversarie, ma anche per arrivare fino in fondo alla competizione. Ovviamente ci sarà da fare i conti con il Brasile, già qualificato nel gruppo G e dato in lavagna come principale favorito per la vittoria finale, poi arrivano appunto la nazionale campione in carica di Mbappé e la Selección di Messi, appaiata al momento con la Spagna nella quarta piazza.

Intanto vanno a caccia di record anche loro, i campioni, con Lionel che sale a quota 8 gol nella kermesse planetaria e aggancia Maradona nella classifica dei marcatori argentini all time, rimanendo a due lunghezze da Batistuta. C’è poi Kylian che sigla il numero 7 ed è secondo in Francia a meno 6 da Just Fontaine, capocannoniere di Svezia ’58. Difficile metterli a confronto perché per Messi è il Mondiale numero cinque, l’ultimo data l’età, desideroso di invertire la rotta dato che finora non ha mai vinto. È la vetta che gli manca in una carriera stellare e che sarebbe il perfetto coronamento dopo il trionfo in Copa America di un anno e mezzo fa.

Dynamic 2

Per Mbappé è il secondo, ma il francese ha una prospettiva ancora lunga davanti e soprattutto una Coppa del Mondo già messa in bacheca, alzata all’esordio in Russia nel 2018. Due generazioni a confronto, 35 anni il sette volte Pallone d’Oro rosarino, 23 la stella parigina, una distanza d’età che non si traduce in divario in fatto di fame di vittorie. La forza di Mbappé sta nel poter contare su una squadra solida e completa in tutti i reparti, mentre per Messi trascinare il gruppo è suo dovere supplementare per trasformare in gloria quest’ultima chiamata.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile