Il coronavirus uccide Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid

Il dirigente sportivo è morto a 76 una settimana dopo essere stato ricoverato al manifestarsi dei sintomi della malattia

Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid

Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid

globalist 21 marzo 2020

Lorenzo Sanz, l’ex presidente del Real Madrid è morto in nottata a 76 anni a causa del Coronavirus.
Sanz ha lottato contro il virus per una settimana ed era ricoverato in ospedale.
San è stato presidente dei blancos dal 1995 al 2000 ed è ricordato come il presidente della settima Champions che il Real conquistò ad Amsterdam nel 1998 battendo la Juventus in finale.
Un successo memorabile perché la squadra non aveva più vinto da 32 anni sue titolo.
Sanz era succeduto a Ramon Mendoza, del quale era stato a lungo vice-presidente e ha lasciato l’incarico nel 2000 dopo aver perso le elezioni interne contro Florentino Perez.


La sua storia


Sanz, nato a Madrid il 9 agosto 1943, visse la sua prima stagione da presidente del Real nel 1996-97, quella in cui ricostruì la squadra intorno a Fabio Capello. Tanti i successi sotto la sua presidenza, tra cui campionati e Champions League. "Il madridismo piange la scomparsa di un presidente che ha dedicato gran parte della sua vita alla sua grande passione: il Real Madrid" l'omaggio del club.