Dopo le parole di Burioni rinviata Juventus Milan

"Lo Stato non deve permetterlo per la sicurezza dei cittadini'', le parole di Burioni in un tweet. 

Burioni

Burioni

globalist 3 marzo 2020
E' stata rinviata la semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Juventus e Milan, in programma domani all'Allianz Stadium. Lo ha disposto il prefetto di Torino per il coronavirus.
Burioni. Far disputare Juventus-Milan a porte aperte ''è pura follia''. La pensa così il virologo Roberto Burioni, che su Twitter critica duramente la scelta di far giocare la sfida di ritorno delle semifinali di Coppa Italia con i tifosi presenti allo stadio. ''Io spero che non sia vero. Perché se è vero è pura follia. Lo Stato non deve permetterlo per la sicurezza dei cittadini'', le parole di Burioni in un tweet. 
Intanto sulla polemica. "Ci siamo sentiti con Burioni. Non è che i musei sono chiusi e abbiamo deciso di aprirli. Siamo disposti a collaborare e l'ho invitato a lavorare insieme, ci siamo scritti due messaggi e la cosa è chiusa lì". Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella. "La Toscana non rientra tra le tre fasce, per fortuna, al momento. Non ci sono ordinanze che impongano musei chiusi. Noi abbiamo una seconda battaglia che è quella economica. Abbiamo avuto un milione di disdette. La situazione economica è molto difficile. Abbiamo interi settori economici letteralmente in ginocchio. Dobbiamo dare un messaggio positivo, di speranza, di una città che non si arrende. Non è che i musei a Firenze fossero chiusi e noi li abbiamo riaperti. Noi abbiamo semplicemente lanciato una campagna per la cultura per i musei civici dal 6 all'8 marzo", ha concluso Nardella.