Ancora razzismo nel calcio, cori e insulti contro un giocatore di 17 anni

Il ragazzo gioca nel Peschiera e nel corso di una partita contro il Castelnuovo del Garda alcuni spettatori lo hanno insultato. Immediata la reazione della società: "massima solidarietà"

Il ragazzo del Peschiera calcio

Il ragazzo del Peschiera calcio

globalist 3 dicembre 2019
Un altro episodio di razzismo nel calcio, ancora una volta nelle partite lontane dai circuiti della Serie A ma nei match minori. In questo caso nel corso di una partita under 17 tra Castelnuovo del Garda e Peschiera. 
Un giocatore del Peschiera di 17 anni è stato bersagliato da insulti razzisti da parte degli spettatori. La reazione del presidente del Peschiera Calcio, Umbero Chincarini, è stata immediata: "Domenica prossima la prima squadra giocherà in completo nero: El Toro, ti aspettiamo in tribuna per abbracciarti". 
A denunciare l'episodio, come riporta 'L'Arena, è stata la madre del ragazzo, testimone delle frasi razziste, secondo la quale "è giusto che le società prendano posizione, grande o piccola che sia questa situazione, fa male".
Chincarini, sul proprio profilo Fb, aggiunge che "il ragazzo si allenerà anche con la Prima Squadra per premio. Bisogna educare a non far finta di niente".
Solidarietà al giovane è giunta anche dalla società castelnovese il cui segretario, Francesco Oliosi ha annunciato che "andrà a parlare con le persone in questione, non tolleriamo alcun tipo di discriminazione".