Nazi-fascismo tra gli ultras del Foggia: trovati busti di Mussolini e fasci littori

Sotto inchiesta otto appartenente al gruppo Vecchio Regime che aveva esibito simboli delle Ss durante la partita contro la Nocerina

Simboli fascisti e nazisti tra gli ultras del Foggia

Simboli fascisti e nazisti tra gli ultras del Foggia

globalist 28 novembre 2019

Il tifo violento è sempre più nelle mani di fascisti e filo-nazisti: non solo il Verona, la Roma, la Lazio, l’Inter, la Juventus, il Varese e tante altro tifoserie che si dilettano con gli insulti razzisti.
Ora è emerso che anche il germe dell’estrema destra guida le gesta della parte scalmanata della tifoseria foggiana: simboli nazisti e fascisti sono stati trovati nella sede del gruppo ultras di Foggia che si erano introdotti all'interno dello stadio di Nocera Inferiore (Salerno) lo scorso settembre, nel corso di nove perquisizioni.
In collaborazione con la Questura di Foggia, i poliziotti di Salerno, su delega della Procura di Nocera Inferiore, hanno eseguito nove decreti di perquisizioni emessi ai sensi della legge Mancino nei confronti di appartenenti al gruppo ultras del Foggia, per aver introdotto all'interno dello stadio San Francesco di Nocera Inferiore (Salerno) simboli delle Ss della Germania nazista.
Le indagini sono partite a seguito degli incidenti che si sono verificati prima e dopo l'incontro calcistico del 15 settembre scorso. Tra i partecipanti agli scontri anche 4 degli otto appartenni al gruppo "Vecchio Regime" di Foggia, destinatari delle perquisizioni eseguite questa mattina.
Si è provveduto, tra l'altro, al sequestro di un bandiera della Repubblica Sociale; una sciarpa con  fasci littori; un targa con firma di Mussolini; un busto sempre di Mussolini e a fumogeni di varie misure. 
Per i responsabili è stato emesso anche il Daspo da parte del Questore di Salerno. Inoltre sono 17 complessivamente le persone, appartenenti ai vari gruppi ultras, denunciate a piede libero che dovranno rispondere, a vario titolo, di devastazione, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.


Il materiale sequestrato dalla polizia
1 bandiera della Repubblica Sociale;
1 sciarpa con fasci littori e volto di Mussolini;
1 sciarpa con dicitura all’ Armi siam Fascisti e sul retro CREDERE OBBEDIRE COMBATTERE;
1 sciarpa con croce celtica e dicitura BOIA CHI MOLLA;
1 targa con firma di Mussolini – Unione panificatori fascisti,
2 riproduzioni simbolo Totenkopf;
3 cartoline con effige di Mussolini;
1 mattonella effigiante Mussolini con dicitura CREDERE OBBEDIRE COMBATTERE;
1 busto di piccole dimensioni di colore nero di Mussolini;
1 tazza con volto di Mussolini;
1 medaglia “Vecchio Regime” con simbolo Totenkopf;
1 busto di grosse dimensioni raffigurante Mussolini;
2 grosse bandiere con Totenkopf;
13 artifici fumogeni di varie misure.