Basket, insulti in campo a un ragazzo nigeriano: la denuncia di Walter Magnifico

L'ex campione denuncia l'episodio avvenuto nel corso dell'ultima partita disputata dalla sua squadra, il Real Magnifico

Walter Magnifico

Walter Magnifico

globalist 24 gennaio 2019
Walter Magnifico, ex capitano della Scavolini Basket e bandiera della Nazionale Azzurra ha denunciato sui social uno sconcertante episodi di razzismo avvenuto ai danni di un ragazzo minorenne di origini nigeriane giocatore nel Real Magnifico, squadra fondata da Magnifico stesso. 
Nell'ultima partita del campionato Under 18 regionale Gold, giocata e persa a Montelabbate, i ragazzi della squadra avversaria gli hanno urlato 'buuu' nello spogliatoio, poi "le oltraggianti parole 'scimmia di m...'"
Insulti - osserva l'ex campione - che "fanno il pari con gli episodi di cui purtroppo nel mondo dello sport e del calcio, in particolare, ci troviamo a commentare quasi settimanalmente e che stridono con tutto ciò che lo sport o la presunta cultura sportiva italiana ha il diritto ed il dovere di insegnare alle giovani generazioni". Con Magnifico si schiera il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.
"Bravo Walter Magnifico per la tua lezione di sport e di vita - dice Ricci - Non è accettabile che tra ragazzini si insinuino i germi dell'intolleranza e del razzismo. Viviamo in un'epoca dove non sempre noi genitori diamo il buon esempio. Non caviamocela dicendo che era uno scherzo. A tutti i livelli, sportivi e istituzionali, mai abbassare la guardia contro il razzismo. I giovani sono il futuro di una società migliore".