Cristiano Ronaldo ringrazia Matteo Renzi e va alla Juventus

CR7 ha guai con il fisco. Ma noi c'è una legge per cui se un ricco straniero si trasferisce da noi paga forfettariamente 100.000 euro di tasse, anche se i suoi introiti ammontano a miliardi di euro.

Il gol di Cristiano Ronaldo alla Juventus

Il gol di Cristiano Ronaldo alla Juventus

David Grieco 10 luglio 2018

Ma insomma, possibile che ce l'abbiate sempre con Renzi?!
Non vi seccate, chiedo venia, ma credo proprio che la colpa sia di Renzi.
Questa storia di Cristiano Ronaldo che lascia il Real Madrid, rifiuta la corte del Paris Saint Germain e con ostinazione decide di andare alla Juventus per la "misera" somma di 100 (o forse 105) milioni di euro quando altri club ne offrivano il doppio o anche il triplo, confesso che io non riuscivo bene a capirla.
Ora è tutto chiaro. Cristiano Ronaldo va alla Juventus perché in Italia un ricco straniero che trasferisce da noi la sua residenza fiscale paga annualmente e forfettariamente le tasse, guarda un po', con 100.000 euro, anche se i suoi introiti ammontano a miliardi di euro.
Ecco perché la Juventus. Come forse ricorderete, In Spagna Cristiano Ronaldo ha avuto problemi pesanti con il fisco, ha rischiato la galera, e ora dovrà pagare una multa di quasi 19 milioni di euro per non aver denunciato parte degli introiti dei suoi diritti di immagine (circa 14 milioni di euro).
C'è da immaginare che a breve tutti i miliardari del pianeta si trasferiranno alla spicciolata in Italia. Del resto, dove altro lo trovano un paese vero con una legge inverosimile come questa? Prima dovevano scappare alle Cayman, in posti improbabili, a morire di pizzichi.
E chi l'ha fatta questa legge vergognosa che permette agli uomini più ricchi del mondo di diventare ancora più ricchi pagando soltanto briciole di tasse?
Il governo Renzi, nel 2017.