Come vola la figlia di Fiona May: Larissa Iapichino, 15 anni, fa il record di salto in lungo al coperto

E' già più forte, alla stessa età, della madre che è poi diventata campionessa del mondo. Con 6,36 ha fatto il record battendo anche quello delle Under 20.

Larissa Iapichino, fresca di primato

Larissa Iapichino, fresca di primato

globalist 29 gennaio 2018

C'è stato un momento, una decina di anni fa, in cui milioni di bambini italiani invidiavano quella bambina dalla pelle scura ed i capelli crespi che, in uno spot pubblicitario, riusciva a 'scippare' alla madre delle merendine dolci. E la madre era nientemeno che Fiona May, la campionessa di salto in lungo che, con un passato britannico, aveva lasciato l'Union Jack per abbracciare, per amore, il tricolore.


Quella bambina che si infilava ovunque e che, a spot finito, intascava merendine e altro era la prima rappresentazione, mediaticamente parlando, di quanto possano essere felici - almeno sullo schermo - le famiglie multetniche.
A distanza di qualche anno, quella Larissa-bambina un po' troppo fortunata ha lasciato il posto ad una  Larissa-ragazzza che, mischiando l'eredità genetica di mamma (lunghista ed anche velocista) e di papà (Gianni Iapichino, astista) , è sbocciata, eccome!, diventando una atleta fortissima per la sua età.
A 15 anni ha infatti fatto segnare, nel corso dei campionati italiani al coperto di prove multiple, a Padova, 6.36, una misura che ne ha fatto la migliore lunghista italiana di sempre per la sua età. Non solo fra le Under 18, ma anche fra le Under 20. E ora Larissa può anche guardare dall'alto in basso (anche se sarebbe più corretto dire, dal lungo....) alla mamma che, alla sua età, quando era ancora britannica, saltava 6,30, che era già una bella misura.
Ed il bello è che, appena due settimane fa, Larissa Iapichino aveva fatto il suo personale con 6,12, nell’ambito di un pentathlon (60 ostacoli, alto, peso, lungo e 400) al coperto, nel quale, con 3.707 punti, aveva firmato il primato italiano Allieve. Quindi, un miglioramento di 24 centimetri che si commenta - positivamente - da solo. Ora bisognerà vedere quali saranno le scelte di Larissa, che è affascinata dalle prove multiple, ma che quando va in pedana sul lungo fa cose egregie. Una scelta difficile, ma necessaria, per cercare di essere Larissa Iapichino e non solo la figlia di Fiona May.