L'arroganza di Luis Enrique: al Barça bastano 3 minuti per segnare 3 gol

La ricetta facile del tecnico della squadra spagnola: non serve fare la partita perfetta. "Un gol noi, uno il Camp Nou il terzo viene da sé".

Louis Henrique

Louis Henrique

globalist 18 aprile 2017

"Non c'è bisogno di fare la partita perfetta, quel che dobbiamo fare è minare la fiducia della Juventus. E sarà importante che tutto lo stadio carichi la squadra fin dal primo minuto". Con queste parole Luis Enrique, tecnico del Barcellona smentisce le affermazioni di  Andres Iniesta, il centrocampista dei campioni spagnoli che invece, al contrario, chiedeva una ‘gara perfetta’: "Serve una partita perfetta per ribaltare il risultato e mandare a casa la Juventus". E si prepara con superbia alla sfida con la juventus. 


"Il Barcellona può fare 3 gol in 3', magari la Juve ne farà uno e allora siamo pronti a farne 5. Se facciamo il primo gol, il secondo lo segna il 'Camp Nou', il terzo viene da sé", ha affermato il tecnico.


Intanto allenamento di rifinitura al completo per la Juventus in vista del ritorno dei quarti di finale di Champions League con il Barcellona. Si è allenato regolarmente con il gruppo Paulo Dybala, recuperato dopo il problema alla caviglia rimediato nella trasferta col Pescara. L'attaccante argentino vuole essere tra i protagonisti della sfida del Camp Nou, dopo aver deciso l'andata con due gol nel 3-0 dello Juventus Stadium. I bianconeri partiranno alle 16 alla volta di Barcellona, dove alle 18.30 inizierà ufficialmente il pre-partita con la conferenza stampa di Allegri e dell'ex blaugrana Dani Alves.