Top

Lapadula al pianoforte suona Chopin ma...

"Sono un autodidatta" ha spiegato il giocatore del Milan il giorno dopo essersi esibito alla Domenica Sportiva.

Gianluca Lapadula
Gianluca Lapadula

globalist

9 Gennaio 2017 - 21.59


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

Sapevate che a Gianluca Lapadula non piace solo il calcio ma anche il pianoforte?. “Sono un autodidatta” ha spiegato il giocatore del Milan il giorno dopo essersi esibito alla Domenica Sportiva suonando Chopin: “Suonare mi rilassa”.

Middle placement Mobile

Ecco altri casi che vale la pena citare: c’è l’attaccante dell’Arsenal Walcott che scrive fiabe, mentre il portiere Cech suona la batteria. Il più recente che ha fatto discutere è quello di Daniel Pablo Osvaldo, ex centravanti di Fiorentina, Roma e Juve, che a 30 anni ha addirittura lasciato il calcio per intraprendere la carriera della ‘sei corde’. Un appassionato di musica reggae è Ruud Gullit, ex fuoriclasse del Milan, che ha inciso alcune pubblicazioni discografiche ospitate nella hit ‘South Africa’ e che ha anche la passione per il golf. Così come Alexi Lalas, ex difensore degli Usa e dei LA Galaxy, diventato voce e chitarra del gruppo rock Gypsies. Emuli di Lapadula anche i due portieri della Roma: se per il polacco Szcezsny suonare Chopin può sembrare quasi naturale, per il vice brasiliano Alisson diventa naturale cimentarsi nel sertanejo. Ha la passione della musica anche Ronaldinho, immortalato qualche volta a suonare le percussioni in gruppi brasiliani. Musicista quasi professionista, che si esibisce regolarmente su palcoscenici carioca, è l’ex granata Leo Junior, detto Junior Maestro, che ha un suo gruppo di ‘pagode’ e che ai tempi in cui giocava incise anche l’inno della Selecao. 

Dynamic 1

L’ex Real Madrid Julio Baptista, un passato anche nella Roma, ha invece un debole per gli scacchi. Gli ex perugini Hidetoshi Nakata e Renato Olive erano invece patiti, e praticanti, del tiro al piattello, così come Roberto Baggio. L’ex calciatore russo Andrei Arshavin da talentuoso trequartista si è trasformato in uno stilista di abiti da donna. Grandi appassionati, e collezionisti d’arte, sono invece Fabio Capello, Cesare Prandelli, Vincenzo Montella, Jonathan Zebina, che in camera da letto aveva due sculture di De Chirico.

 
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile