Top

Football Leaks: Ronaldo rischia una condanna di 6 anni

Ipotesi di presunto reato fiscale per 150 milioni di euro. Intanto un giudice di Madrid dà ragione agli avvocati del Pallone d'Oro: Vietato pubblicare notizie dell'inchiesta.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

globalist

6 Dicembre 2016 - 19.20


Preroll

La star portoghese del Real Madrid Cristiano Ronaldo, candidato e probabile vincitore del Pallone d’Oro 2016, potrebbe rischiare una condanna fino a 6 anni se sarà confermata l’ipotesi di presunto reato fiscale per 150 milioni di euro emersa nell’ inchiesta Footbal Leaks.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo ha affermato in dichiarazioni alla stampa spagnola il segretario generale del sindacato Gestha dei tecnici del fisco di Madrid José Maria Mollinedo.

Middle placement Mobile

Se le informazioni emerse dall’inchiesta di 12 giornali europei sul presunto dirottamento di 50 milioni di euro di introiti pubblicitari verso un paradiso fiscale saranno confermate, ha affermato, “saremmo di fronte a un reato fiscale aggravato, che suppone una pena di due anni per anno defraudato. Se l’ispezione viene aperta su tre anni, sarebbero sei anni di carcere”.

Dynamic 1

Il dirigente del sindacato del fisco spagnolo ha aggiunto che “vista la portata delle informazioni, pensiamo che il caso debba essere trasmesso direttamente alla procura”.

La censura. Un giudice spagnolo ha emesso una ordinanza nella quale vieta la diffusione dei risultati dell’inchiesta Football Leaks condotta da 12 giornali europei su presunti illeciti fiscali di diverse star del calcio europeo fra cui il portoghese Cristiano Ronaldo. Il giudice Arturo Zamarriego, su richiesta degli avvocati del giocatore, ha proibito di pubblicare le informazioni su Ronaldo, ritenendo che potrebbero essere state ottenute illecitamente piratando il sistema informatico dello studio legale Senn Ferrero. Secondo l’inchiesta Eic condotta da 60 giornalisti di 12 media europei fra cui lo spagnolo El Mundo, capitanati dal tedesco Spiegel, la stella portoghese del Real Madrid avrebbe dirottato verso un paradiso fiscale, le Isole Vergini, 150 milioni di euro di proventi pubblicitari e diritti di immagine per aggirare il fisco. Fra i nomi eccellenti del calcio coinvolti nell’inchiesta dell’Eic anche il tecnico portoghese José Mourinho.

Dynamic 2

Le proteste. Reporter Senza Frontiere ha condannato la misura decisa dal magistrato, che ha definito come un “nuovo tentativo di censura attraverso i tribunali spagnoli”. La stampa spagnola esprime perplessità sul diverso trattamento riservato dal fisco a Ronaldo e alla stella del Barcellona Lionel Messi, condannato a 21 mesi di carcere – pena sospesa – per presunte irregolarità fiscali. “La lentezza del fisco con la stella del Madrid e con Mourinho, rileva La Vanguardia, contrasta con la efficacia dimostrata con Messi o Mascherano”, due giocatori del Barcellona.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage