La vedova Sensi accusa Totti: "Come uomo mi ha delusa"

La moglie dello scomparso ex presidente della Roma è dura con il capitano della Roma che ha festeggiato pochi giorni fa 40 anni.

Maria e Franco Sensi

Maria e Franco Sensi

globalist 30 settembre 2016

Maria Sensi, la vedova dell'ex presidente Franco, scomparso nell'agosto 2008, ha lanciato la sua invettiva partendo dal mancato invito (per lei e la figlia Rosella) al party del Pupone: "Totti come uomo mi ha deluso - ha afferma Lady Sensi intervistata da Radio Radio . Deve assumersi le sue responsabilità e non sentire altri che impongono certe cose. La famiglia Sensi l'ha cresciuto per venti anni. Lui è stato bravissimo a restare a Roma, ma anche mio marito e mia figlia a tenerlo: lo hanno accontentato in tutto per farlo rimanere. Queste cose dovrebbero essere importanti. Io non sarei mai andata alla festa, ma per mia figlia mi è dispiaciuto".  


Maria Sensi attacca anche la signora Fiorella, la mamma di Totti: "Dovrebbe esserci grata perché mio marito ha aiutato l'altro suo figlio nel momento del bisogno facendolo diventare il procuratore di Francesco. Per quel motivo mio marito ha anche litigato con Zavaglia, il vecchio agente di Totti. Una persona si dovrebbe assumere certe responsabilità, soprattutto perché a quarant'anni si è uomini e non più ragazzi. E' il terzo o quarto errore che fa nei confronti della mia famiglia, non è venuto nemmeno quando l'associazione benefica di mia figlia lo ha invitato e lui non si è presentato: raccogliamo il sangue per chi ne ha bisogno, mi è dispiaciuto che non si sia presentato".