Zarate segna e dedica piangendo il gol alla moglie che ha sconfitto il cancro

Nella partita di di Europa League la viola ha battuto per 5-1 gli azeri del Qarabag

Mauro Zarate

Mauro Zarate

globalist 29 settembre 2016

Una storia commuovente a margine della vittoria della Fiorentina che ha battuto 5-1 gli azeri del Qarabag al Franchi, nella seconda giornata di Europa League. Una vittoria scontata ma quello che si ricorderà di questa partita è il piano di Mauro Zarate.
L'argentino entrato al 15'del secondo tempo alla prima palla toccata ha segnato un gran gol in diagonale. Un gol che lo ha fatto piangere, togliendosi poi la maglia per esultare sotto ne aveva una con scritto "Gracias a Dio, Nat te amo", per ricordare la battaglia vinta da sua moglie Natalié colpita alcuni mesi fa da un tumore al seno:
"Sono felice perché sono tornato a giocare dopo un brutto momento familiare, felice perché abbiamo vinto e perché ho fatto il mio lavoro che è segnare. Avevo tantissima voglia di tornare a giocare, di tornare a fare questo che è la mia vita, insieme alla mia famiglia e al pubblico che sempre mi dà tanto affetto - ha detto Zarate -. La dedica? Un periodo difficile, è per mia moglie e per i miei figli. L'importanza di questa vittoria? Ci dà tanta fiducia".