Inter-Milan, Schelotto risponde a El Sharaawy

Il Derby di Milano termina in parità. Una gara ricca di occasioni da gol per entrambe le squadre, alla fine la voglia di reazione dei nerazzurri è stata premiata.

El Sharaawy, suo il gol che ha portato in vantaggio il Milan

El Sharaawy, suo il gol che ha portato in vantaggio il Milan

redasport 24 febbraio 2013

Doveva essere la serata del Milan, di Balotelli e della possibilità di conquistare momentaneamente il terzo posto in classifica (la Lazio gioca domani contro il Pescara), anche perché davanti aveva un Inter sempre più sul viale del tramonto in fatto di risultati e prestazioni. Invece, i derby sono sempre particolari e chi è favorito incontra più difficoltà dell'avversario. E così è stato anche al Meazza di San Siro. El Shaarawy esalta e fa sognare i rossoneri con un gol nel primo tempo, nelle ripresa ci pensa il neo entrato Schelotto a raffreddare 'il diavolo' rossonero, segnando il gol del pareggio di testa e dando un po' di tranquillità ai nerazzurri. Nel mezzo una grande prova di Handanovic che in due occasioni ha detto di 'no' a Balotelli con due fantastiche serate, dall'altra Abbiati che ha neutralizzato le occasioni avuta da Cassano, Higuain e Alvarez.

Al 21'pt El Shaarawy porta avanti i suoi con un esterno sinistro che si insacca alle spalle dell'incolpevole Handanovic. Dopo poco Handanovic compie tre parate (di cui una clamorosa) tutte su Balotelli. Nella ripresa, nessun cambio nelle due formazioni e dopo pochi minuti arriva la prima vera parata di Abbiati: decisivo il portiere rossonero sul tiro a volo di Guarin servito da Palacio. I ritmi sono più bassi, Balotelli dà qualche cenno di nervosismo (beccato dai tifosi nerazzurri con cori offensivi, insulti e banane) mentre l'Inter non riesce a rendersi pericolosa. Stramaccioni decide di cambiare i nerazzurri e inserisce Schelotto per Cambiasso, ed è proprio l'ex Atalanta a cambiare il match: cross di Nagatomo, colpo di testa ed è 1-1. Ci prova subito Muntari a rimettere il Milan avanti, ma il pallone termina sul fondo. Molta imprecisione e tanta stanchezza nel finale, Handanovic salva su Niang, l'Inter ci prova con Schelotto ma finisce 1-1. Sicuramente un’occasione gettata dal Milan, un iniezione di fiducia per l'Inter.