Top

Inter-Cagliari:1-4, show dei sardi a San Siro

Commento, pagelle e tabellino della partita[Laura Puddu]

immagine tratta da www.cagliaricalcio.net
immagine tratta da www.cagliaricalcio.net

Desk

28 Settembre 2014 - 17.40


Preroll

Finalmente i tre punti: il Cagliari espugna San Siro battendo l’ Inter a Milano con il risultato di 4 a 1. Tutte nel primo tempo le reti: vantaggio rossoblù al 10° minuto con Sau, pareggio nerazzurro al 18° con Osvaldo. Di nuovo in vantaggio i sardi con Ekdal al 29°, che mette a segno la sua tripletta insaccando anche al 33° e al 44°. Handanovic para un rigore battuto da Cossu al 43°. L’Inter era in dieci dal 27° per doppio giallo a Nagatomo e conseguente espulsione. Non era questa la partita da vincere, ma oggi servivano punti e così è stato. Una prestazione convincente per un Cagliari finalmente sicuro, ordinato, veloce e dinamico rispetto alle precedenti partite: la palla non rimane mai ferma, si utilizzano passaggi corti e continui movimenti senza il pallone. Sicuramente determinante l’espulsione (giusta) di Nagatomo, ma i sardi erano vivaci e messi bene in campo già in undici contro undici.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Rossoblù in campo con il solito 4-3-3, con Cragno i tra i pali, Balzano, Ceppitelli, Rossettini e Avelar in difesa, Dessena, Crisetig e Ekdal a centrocampo Ibarbo, Sau e Cossu le punte. Dunque Balzano, preferito a Pisano, torna in campo dal primo minuto e Crisetig prende il posto di Conti in cabina di regia con Dessena che si posiziona sulla destra di centrocampo. Nerazzurri con il 3-5-2 con Osvaldo e Palacio davanti.

Middle placement Mobile

Il primo tempo comincia bene per il Cagliari, oggi veloce, preciso, sicuro, ordinato e con il centrocampo dinamico. Subito pericolosi, i rossoblù passano in vantaggio al 10° con Sau. Pareggia l’Inter al 18° per un errore della difesa, troppo ingenua su un calcio piazzato, ma è solo illusione per i nerazzurri. Espulsione di Nagatomo per doppio giallo (fallo su Cossu) e poi tripletta di Ekdal. Nella seconda frazione di gioco, non c’è quasi più partita. L’Inter, sotto di tre gol e con l’uomo in meno, cerca timidamente di attaccare, il Cagliari aspetta e quando va in avanti è sempre pericolo. Non ci sono più reti e i rossoblù vincono a Milano contro l’Inter per 4 a 1.

Dynamic 1

Finalmente i tre punti, e arrivano a San Siro. Non era questa la partita da vincere, ma oggi serviva vincere e così è stato. Balzo in classifica e una prestazione convincente, con un Cagliari più sicuro, ordinato, veloce e dinamico rispetto alle precedenti partite. Certo, ora non bisogna cullarsi sugli allori. Già sabato si gioca, alle 18 a Verona contro l’Hellas, ma oggi ci godiamo questa vittoria.

Dynamic 2

[b]Le pagelle rossoblù[/b]:

Dynamic 3

Cragno 6: praticamente mai impegnato, un’uscita sbagliata e una parata su una girata di Palacio. Sul gol subito non ha colpe.

Balzano 7: motorino sulla fascia destra, annulla chiunque abbia davanti. Spinge, si sovrappone e crossa. Ha grinta e tecnica.

Dynamic 4

Ceppitelli 6: in crescita, alterna cose buone a altre meno. Errore ingenuo in occasione del gol dell’Inter (commette fallo e poi non chiude subito sulla punizione). A volte esce palla al piede e la perde.

Rossettini 6.5: concede qualche palla di testa ai forti attaccanti avversari ma nel complesso non sono mai pericolosi davvero.

Dynamic 5

Avelar 6.5: dalla sua parte non si passa, però non spinge come al solito. Comunque sicuro, qualche bella sovrapposizione con Ekdal.

Dessena 7: il migliore nella fase cruciale della partita (in 11 contro 11). Contrasta, corre, è dappertutto. Bentornato. Al suo posto Joao Pedro s.v.

Crisetig 6.5: tampona bene, effettua buoni lanci e ripartenze. Ha un buon senso della posizione.

Ekdal 8: tripletta a San Siro da incorniciare per la mezzala svedese che, inoltre, corre e imposta per tutta la gara.

Ibarbo 6.5/7: un po’ per conto suo tatticamente, però effettua delle giocate stratosferiche, come in occasione del terzo gol e in un’azione in cui regala un’ottima palla a Dessena. Al suo posto Farias s.v.

Sau 7: finalmente si muove bene senza palla e detta il passaggio, segna il primo gol protegge il pallone in occasione del secondo rossoblù e si procura un rigore. Al suo posto Longo s.v.

Cossu 6.5: fa movimento, ha grinta e ripiega spesso. Ha il merito di procurare l’espulsione di Nagatomo. Sbaglia però troppo in avanti, si mangia un gol e si fa parare un rigore.

Zeman 7+: vittoria a San Siro contro l’Inter per 4 a 1. Altro da aggiungere? Sì. Squadra finalmente sicura, ordinata, veloce e dinamica, che utilizza passaggi corti e continui movimenti senza il pallone.

[b]TABELLINO[/b]:

Inter-Cagliari 1 a 4

Cagliari (4-3-3): Cragno, Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar, Dessena (Joao Pedro), Crisetig, Ekdal, Ibarbo (Farias), Sau (Longo), Cossu. Allenatore Zeman.

Inter (3-5-2): Handanovic, Andreolli, Vidic, Juan Jesus, Hernanes, Medel, Nagatomo, Kovacic, Dodò, Osvaldo, Palacio (Icardi). Allenatore Mazzarri.

Arbitro: Banti di Livorno.

Reti: 10° Sau; 18° Osvaldo; 29°, 33° e 44° Ekdal.

[GotoHome_Torna alla Home]

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage