Burioni ancora contro i no-Green pass: "Invece di spendere soldi in tamponi dal 15 ottobre, vaccinatevi!"

Il virologo: "Per avere il Green pass ricordo che esiste una alternativa gratuita. Godetevi i soldi risparmiati con tranquillità"

Roberto Burioni

Roberto Burioni

globalist 9 ottobre 2021

Una soluzione semplice per le persone di buon senso, ma ancora complicata da comprendere per chi sostiene una battaglia contro i vaccini che non sta né in cielo né in terra.

“A chi dal 15 ottobre dovrà spendere un sacco di soldi in fastidiosi tamponi per avere il Green pass ricordo che esiste una alternativa gratuita: vaccinarsi e godersi i soldi risparmiati con maggiore tranquillità”.

Lo scrive su Twitter il virologo dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano Roberto Burioni.

Dal 15 ottobre, infatti, entrerà in vigore l’obbligo di Green Pass in tutti i luoghi di lavoro, pubblici e privati.

Per ottenere la carta verde bisogna certificare l’avvenuta somministrazione di entrambe le dosi di vaccino. L’alternativa sarebbe esibire la negatività al tampone che però è totalmente a carico dell’individuo.