Bassetti: "Occorre essere preoccupati dalle varianti ma non terrorizzati"

L'infettivologo: "I Paesi in cui le varianti stanno scappando sono quelli in cui o non si è vaccinato abbastanza come la Russia e l'India, o si è lasciato il virus libero come il Brasile e il Sud-Africa"

Il virologo Bassetti

Il virologo Bassetti

globalist 17 giugno 2021
Le varianti, soprattutto quella indiana, preoccupa gli scienziati, ma gli ultimi dati confermano l'efficacia dei vaccini anche contro di esse. "Occorre essere preoccupati delle varianti, ma non terrorizzati.
Le varianti ci saranno sempre finché ci sarà il virus tra noi. Due dosi di vaccino sono in grado di coprire tutte le varianti". Lo scrive su Facebook l'infettivologo genovese Matteo Bassetti.
"I Paesi in cui le varianti stanno scappando - sottolinea Bassetti - sono quelli in cui o non si è vaccinato abbastanza come la Russia e l'India, o si è lasciato il virus libero di circolare come il Brasile e il Sud-Africa, oppure si è spostata la seconda dose troppo avanti. Basta continuare a terrorizzare la gente con le nuove varianti. Questo continuo 'al lupo al lupo' - conclude l'infettivologo genovese - non so dove porterà".