Parla il broker farmaceutico: "Ecco come funziona il mercato parallelo dei vaccini"

Il bresciano Juri Gasparotti: "Tutto avviene in modo tracciato, non c'è nessuna truffa. Ho offerto io le dosi di AstraZeneca all'Emilia Romagna"

Vaccino Astrazeneca

Vaccino Astrazeneca

globalist 20 febbraio 2021

Esiste un mercato parallelo dei vaccini?


La risposta è sì, e come funziona nei minimi dettagli è spiegato da Juri Gasparotti, broker farmaceutico bresciano, la cui società, la J.& G., è a Novigrad, regolarmente registrata in Croazia.
“Ho offerto le dosi AstraZeneca all’Emilia Romagna. Non sono un truffatore, i vaccini li posso far arrivare. Ora vi spiego come”.
Racconta Gasparotti: “Ho inviato una mail ai dirigenti della sanità il 5 febbraio. Era una proposta di vendita: un milione di dosi di AstraZeneca al prezzo di 3,50 dollari a unità”.


E spiega: “Sono un broker, un promotore, e lavoro con una grossa casa farmaceutica estera che ha opzionato da AstraZeneca un certo quantitativo di dosi di vaccino” di cui “non posso fare il nome. Posso dire però che è una delle più grosse e non è in Europa”.


Il sistema delle opzioni, per Gasparotti funziona così: “Nel mercato dei farmaci, le aziende possono opzionare l’acquisto di stock di medicinali da chi li produce. Vale anche per i vaccini anti Covid. È tutto legittimo. La casa farmaceutica X che ha opzionato le dosi AstraZeneca sta cercando di piazzarle attraverso broker come me” ma “nessuno si tiene le fiale in magazzino”, afferma. “Rimangono al produttore fino a quando il broker non stipula un contratto di vendita. Solo in quel momento si esercita l’opzione e le fiale escono dal sito di produzione di AstraZeneca per essere consegnate all’acquirente”.
Chi garantisce che non vi sia un tentativo di truffa ai danni della Regione?


La risposta di Gasparotti: “Perché nella mia proposta di vendita ci sono due condizioni fondamentali: che la genuinità del prodotto sia certificata da una società tipo Sgs, che fa trasporto, ispezioni e controlli. E che il pagamento sia effettuato solo a consegna avvenuta. Non c’è un mercato parallelo, c’è ‘il’ mercato” dove tutto avviene “in modo tracciato e con i numeri di lotto indicati”, assicura il broker.