Pfizer ha chiesto all'ente per il farmaco statunitense l'autorizzazione d'emergenza

 “Dopo i giorni del terrore e del dolore, arrivano i giorni in cui cominciamo a immaginare la nostra vittoria contro il virus”, ha twittato il virologo Roberto Burioni.

Pfizer

Pfizer

globalist 20 novembre 2020

Nuove buone notizie dal frinte vaccini. Pfizer ha chiesto oggi all’ente per il farmaco statunitense di consentire l’uso di emergenza del suo vaccino COVID-19, avviando un processo che potrebbe portare i primi esiti già dal prossimo mese.


Questa decisione arriva giorni dopo che Pfizer e il suo partner tedesco BioNTech hanno annunciato che il vaccino predisposto contro il coronavirus sembra efficace al 95%. Risultati che sono stati rilevati uno studio ampio che non è ancora terminato.


Nelle prossime settimane, la Food and Drug Administration ei suoi consulenti scientifici dovranno decidere se ci sono davvero prove sufficienti per consentire le vaccinazioni di emergenza. In tal caso, le prime scorte razionate. Secondo gli esperti potrebbe essercene abbastanza per tutti in Usa in primavera. 


 “Dopo i giorni del terrore e del dolore, arrivano i giorni in cui cominciamo a immaginare la nostra vittoria contro il virus”, ha twittato il virologo Roberto Burioni, ripostando il video in cui spiega come funziona il vaccino Pfizer contro Covid-19, che usa la stessa strategia del vaccino Moderna, che “sembra funzionare altrettanto bene”.