Ricciardi: "Prima del vaccino anti-Covid arriverà una cura forte, ossia gli anticorpi monoclonali"

Il consulente del ministro della Salute Roberto Speranza: "Io avrei chiuso le palestre e le piscine. Sono luoghi in cui fatalmente le distanze di sicurezza vengono accorciate".

Walter Ricciardi

Walter Ricciardi

globalist 20 ottobre 2020

La preoccupazione è che il virus avanti fino alla saturazione del sistema sanitario. Non ci sono le impennate della scorsa primavera ma

"Io avrei chiuso le palestre e le piscine, assolutamente sì. Sono sicuro che molti gestori le tengono benissimo, ma sono luoghi in cui fatalmente le distanze di sicurezza vengono accorciate. E nel momento in cui questo succede per milioni di casi...".
Lo ha detto a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza.
"Siamo alla vigilia di mesi molto duri: facciamo tutti uno sforzo sulla base della ragione, risolveremo questa situazione ma nel 2021. Ne usciremo, ne sono sicuro".


La risolveremo col vaccino? "Lo credo e lo spero, sul vaccino sono ottimista. Ma la campagna vaccinale arriverà nel 2021, non prima. Credo che prima però arriverà una terapia più forte, i cosiddetti anticorpi monoclonali, che sono molto promettenti", ha spiegato a Rai Radio1 Ricciardi.