Burioni difende Conte: "Ha fatto bene a chiedere a Fedez e Ferragni di sensibilizzare i giovani"

Il virologo:"Nel 1956 la copertura vaccinale negli Usa contro la poliomielite balzò dallo 0,5% a oltre l'80%. Sapete quale fu uno dei motivi? Elvis Presley che si fece vaccinare in diretta televisiva".

Fedez e Chiara Ferragni

Fedez e Chiara Ferragni

globalist 20 ottobre 2020
Bisogna sensibilizzare la gente e in particolare le persone più giovani che sono le più disonteressate e recalcitranti alle misure.
E si può fare chiedendo ai loro idoli di intervenire.
"Trovo molto ingiuste le critiche al presidente del Consiglio Conte per il fatto di avere chiesto aiuto a Fedez e Chiara Ferragni, al fine di convincere la gente, e soprattutto i giovani, a portare la mascherina e a stare più attenti".
Il virologo Roberto Burioni commenta così, su Facebook, le reazioni alla decisione di Conte di coinvolgere la coppia popolarissima su Instagram.
"Nel 1956 la copertura vaccinale negli Usa contro la poliomielite balzò dallo 0,5% a oltre l'80%. Sapete quale fu uno dei motivi? Elvis Presley che si fece vaccinare in diretta televisiva", ricorda il virologo dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano.