Il professor Galli smentisce la propaganda di Salvini: "I migranti sono i più controllati ma gli altri..."

Il direttore della terza divisione di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano: "Occorrerebbe controllare meglio i viaggiatori intercontinentali"

Massimo Galli

Massimo Galli

globalist 26 luglio 2020

Un conto è la propaganda e un altro la verità scientifica: gli immigrati "tra le persone in arrivo sono le più controllate. Alcuni sfuggono ma non sfuggono solo loro: sfuggono ai controlli - e persino alla quarantena - molte persone che arrivano da Paesi Schengen dove l’infezione è ben presente. Occorrerebbe controllare meglio i viaggiatori intercontinentali che arrivano dalle zone in cui l’epidemia ancora imperversa".


Così Massimo Galli, past presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali nonché direttore della terza divisione di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano in una intervista ad Avvenire.