Speranza su Covid-19: "Il vaccino sarà la vera svolta non puntiamo a renderlo obbligatorio"

Il ministro della Salute: "Il vaccino deve essere gratuito e pagato dallo Stato e partiremo dai soggetti più a rischio, il personale sanitario, chi è più in là negli anni e chi ha altre patologie"

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

globalist 7 luglio 2020

Nonostante - se fosse trovato - ci consentirà di tornare alla normalità c’è ancora tanto scetticismo sul vaccino e i sondaggi dicono che una larga fetta di italiani non lo farebbe.
Che fare?

"La mia impostazione non punta sull'obbligatorietà. Il vaccino sarà la vera svolta dobbiamo spiegarlo bene".



Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto a 'In Onda' su La7 rispondendo a una domanda sull'obbligo o meno del vaccino per il Covid. "Sull'obbligo - ha spiegato - dovremo discutere, ma io non parto da dire 'obbligo'".
"Il vaccino deve essere gratuito e pagato dallo Stato e partiremo dai soggetti più a rischio, il personale sanitario, chi è più in là negli anni e chi ha altre patologie", continua il ministro.


"La scuola è un punto essenziale", continua poi Speranza rispondendo a chi gli chiede se gli insegnanti saranno tra le fasce prioritarie per la somministrazione del vaccino: "Tutti quelli che hanno relazioni significative devono essere considerati dentro una prima fascia".