L'Oms: "Il vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca è quello più avanzato"

Lo ha ricordato Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel corso di un briefing tecnico sull'iniziativa Act Accelerator

Vaccino

Vaccino

globalist 26 giugno 2020

"Certamente a livello di fase di sperimentazione il vaccino AstraZeneca è quello più avanzato: è iniziata la fase 2 e ci aspettiamo risultati molto presto. E' già stata pianificata la fase 3 in molti paesi. Anche Moderna inizierà gli studi di questa fase sull'uomo a metà luglio. Ma sicuramente AstraZeneca ha un impegno di portata globale quanto a pianificazione dei trial".


Lo ha ricordato Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel corso di un briefing tecnico sull'iniziativa Act Accelerator creata dall'organismo internazionale per dare impulso alla ricerca su farmaci, vaccini e sistemi diagnostici per il coronavirus.
"Il vantaggio delle compagnie multinazionali - ha proseguito - è la possibilità di pianificare gli studi in più Paesi e ambienti e l'Oms sarà lieta di facilitare questo processo per aumentare l'estensione degli studi e standardizzare l'analisi dei risultati anche a livello di immunogenicità. Stiamo lavorando per sviluppare con i nostri esperti modelli che possano essere disponibili per tutte le aziende, che possono sfruttare le nostre linee guida per far sì che gli studi siano simili".
"Ci sono moltissimi progetti in corso - ha aggiunto Sir Andrew Witty, Special Envoy del Dg Oms per Act-Accelerator - su vaccini con profili molto diversi. Finché non avremo i dati non si potrà dire quale funziona meglio, è importante che ci sia un portfolio di progetti diversificato con una varietà di tecnologie che bersagliano differenti meccanismi con cui il virus infetta. Ma bisogna rimanere umili finché non sarà dimostrata la sicurezza e l'efficacia di questi prodotti. Ci sono studi molto interessanti non solo in Occidente, ma anche in Cina e in India. Ma è ancora presto e saremo molto fortunati se ci impiegheremo 18 mesi, perché sarà il tempo più veloce di sempre".