Con l'estate tornano le zanzare e l'Iss rassicura: "Non trasmettono il Covid-19"

I risultati di un'osservazione di un team di entomologi e virologi dell'Istituto superiore di Sanità, in collaborazione con l'Istituto zooprofilattico di Venezia.

Zanzara

Zanzara

globalist 25 giugno 2020

Danno fastidio, ma non trasmettono l’infezione pandemica del Coronavirus. E quindi tante preoccupazioni sono infondate.


Nessun timore di trasmissione del Covid 10 attraverso le zanzare: sia la 'tigre' (Aedes albopictus) che quella 'comune' (Culex pipiens) non sono in grado di trasmettere il virus Sars-Cov-2. Lo dimostrano i dati preliminari di uno studio condotto da un team di entomologi e virologi dell'Istituto superiore di Sanità, in collaborazione con l'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, proprio per valutare, attraverso prove di infezione sperimentale, la capacità di comportarsi da vettori dell'infezione delle due specie di zanzare.


La ricerca ha dimostrato che il virus, una volta penetrato all'interno della zanzara mediante 'un pasto' di sangue infetto, non è in grado di replicarsi e quindi di essere successivamente inoculato dalla zanzara attraverso una puntura. I risultati definitivi, che saranno pubblicati a breve dall'Iss e dall'Izsve, forniranno quell'evidenza sperimentale, finora ipotizzata in teoria, che permetterà di escludere in modo scientifico il coinvolgimento delle zanzare nella possibile trasmissione del Covid-19, rispondendo in modo chiaro e definitivo alle preoccupazioni legate al ruolo delle zanzare nella trasmissione di numerose malattie. Preoccupazioni rese ancora più attuali dall'emergenza Covid-19 e dall'inizio della stagione calda.