Il virologo Pregliasco: "Al Sud non possiamo fare l'errore fatto al Nord"

"Sarà fondamentale la collaborazione di tutti i cittadini che devono rimanere a casa".

Fabrizio Pregliasco

Fabrizio Pregliasco

globalist 26 marzo 2020
Al Sud "sarà fondamentale un'azione di blocco e di controllo in modo che non si ripeta la situazione lombarda". Lo ha detto Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, ospite di 'Agorà' su Rai3. "Credo che con le iniziative complessive che sono state ad oggi attuate, in anticipo in quelle zone, il risultato sarà buono - precisa Pregliasco - e quindi l'incremento dei casi non sarà così devastante come nella prima ondata subita dal Nord. Sarà fondamentale la collaborazione di tutti i cittadini che devono rimanere a casa".
"Il virus ha origine in laboratorio? Assolutamente no". Sono le parole del virologo Fabrizio Pregliasco ad Agorà. "Diversi articoli, anche recentemente pubblicati, che confrontano le sequenze genetiche dimostrano un'origine naturale. C'entrano i pipistrelli, lo sapevamo. Questo virus alberga in diverse specie animali, tutto ciò è plausibile con un fatto naturale", aggiunge.
Pregliasco evidenzia che la trasmissione del Tg3, realizzata nel 2015 e tornata ora alla ribalta, "riportava studi contestati per la loro pericolosità. In un'ottica di un complottismo che vuol trovare situazioni per creare fake news", il contesto attuale si rivela "un ottimo terreno di coltura. A Wuhan, oltretutto, c'è un laboratorio di alta sicurezza nel quale si studiano diversi virus pericolosi. Ma nell'immaginario comune si fa 2+2 e si arriva a questa conclusione".