La virologa Gismondo: "Invece di richiamare medici pensionati si assumano i giovani"

La direttrice del laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano replica all'idea dell'assessore della Lombardia Giulio Gallera. "Abbiamo bisogno di rianimatori e infermieri capaci di assistere questi pazienti".

Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano

Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano

globalist 1 marzo 2020

Una frecciata, perché ora che siamo in piena emergenza è necessario cambiare le cose:

"Piuttosto che richiamare i medici pensionati, assumiamo nuove energie che pronte".


Lo ha affermato Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano, ospite di 'SkyTg24' commentando la proposta dell'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera di assumere medici pensionati per rispondere all'emergenza. "Faccio notare che lavorare in una terapia intensiva non è facile e non è come lavorare in medicina generale - ha aggiunto - c'è bisogno di addestramento e non è possibile deviarne da altri reparti. Abbiamo bisogno di rianimatori e infermieri capaci di assistere questi pazienti. Non è un lavoro banale".