Non ci sono abbastanza api: arriva il robot per impollinare le piante

DelFly, così si chiama il prototipo, ha quattro ali di mylar trasparente, con un'apertura alare complessiva di 33 cm.

Il robot DelFly che sostituisce le api

Il robot DelFly che sostituisce le api

globalist 10 ottobre 2018

Benissimo i progressi della scienza. Ma c'è da sperare che l'uomo non distrugga l'ambiente costingendo l'uomo a dover sostituire gli insetti con i robot: il prototipo di un'ape robot, in grado di impollinare le piante nel caso gli insetti veri sparissero per l'inquinamento da pesticidi, è stato progettato e costruito all'Università olandese di Delft.
DelFly, così si chiama il prototipo, ha quattro ali di mylar trasparente, con un'apertura alare complessiva di 33 cm. Le ali battono 17 volte al secondo, mosse da un motore elettrico. L'ape robot ha un'autonomia di volo di 6 minuti, e può percorrere 1 km. Il prototipo è radiocomandato ed ha una agilità di movimento nettamente superiore ai droni ad elica. I ricercatori olandesi vogliono ora costruire un modello più piccolo e con più autonomia.
Le api impollinano l'80% delle piante commestibili in Olanda, ma il loro numero è in calo, a causa dei pesticidi che le intossicano. Se le api dovessero ridursi drasticamente o sparire, le piante non sarebbero più impollinate, e sparirebbero molte varietà di frutta e verdura.