Individuati i super anticorpi che riducono la mortalità da Covid-19

I ricercatori del San Raffaele di Milano hanno scoperto che la presenza di alcuni anticorpi nel sangue dei malati di Covid-19 è associata a una riduzione della mortalità di oltre il 60%

Esame del sangue

Esame del sangue

Salute 1 ottobre 2020Salute
Una ricerca dell'Irccs ospedale San Raffaele di Milano, pubblicata sul 'Journal of Clinical Investigation', apre qualche speranza per la lotta concreta a Covid-19. Gli scienziati italiani hanno scoperto che la presenza di alcuni anticorpi nel sangue dei malati di Covid-19 è associata a una riduzione della mortalità di oltre il 60%. In pratica si tratta di super anticorpi, per dirla con grande semplicità.
Il team si è servito di un approccio simile a quello usato per lo studio dell'autoimmunità nel diabete di tipo 1, nei laboratori dell'Istituto di ricerca sul diabete (Dri), diretto al San Raffaele da Lorenzo Piemonti. E' stata così mappata la risposta anticorpale di 509 pazienti con infezione da Sars-CoV-2 ricoverati nell'ospedale, arrivando all'identificazione di una classe di anticorpi 'vincentì. «L'approccio impiegato, per cui è stato appena depositato un brevetto di proprietà intellettuale - spiegano dall'Istituto del Gruppo San Donato - potrebbe aiutarci a riconoscere i pazienti a maggior rischio e permetterà di testare in modo più preciso l'efficacia dei vaccini attualmente in sperimentazione».