La frequenza cardiaca aumenta nei bimbi figli di madri ansiose o depresse

L’effetto dello stato psicologico delle madri sullo stato psicologico ma anche fisiologico dei loro bambini è al centro di una ricerca realizzata dal Collegio Europeo di Neuropsicofarmacologia

Lo studio sulle mamme ansiose

Lo studio sulle mamme ansiose

Salute 14 settembre 2020Salute
L’effetto dello stato psicologico delle madri sullo stato psicologico ma anche fisiologico dei loro bambini è al centro di una ricerca realizzata dal Collegio Europeo di Neuropsicofarmacologia. Gli studiosi hanno stabilito che i bambini di quelle madri che già soffrono di ansia o di depressione possono mostrare dei segni di stress fisiologico più forti rispetto ai bambini di madri sane e psicologicamente stabili. In particolare i ricercatori hanno notato in questi bambini un aumento della frequenza cardiaca che, tra le altre cose, può portare a degli stress emotivi con la crescita del bambino.
D’altronde disturbi dell’umore, come cambiamento dell’umore, depressione lieve e irritabilità, sono presenti in una buona percentuale delle donne nel corso della gravidanza e nel periodo post-partum (si parla di percentuali tra il 10 e il 20%).
Il test è stato messo in pratica co 50 madri e i loro rispettivi bambini. 20 madri mostravano, al momento dei test, stati depressivi o disturbi d’ansia mentre le altre 30 erano sane. Si trattava di esperimenti “Still Face” con le madri che alternavano momenti di gioco e di partecipazione nei confronti dei bambini con momenti di distacco emotivo ma mantenendo il contatto visivo. Nel corso dei test i ricercatori eseguivano le misurazioni delle frequenze cardiache sia delle madri che dei bambini.
I ricercatori scoprivano che quando le madri erano ansiose o depresse, il bambino rispondeva a livello fisiologico più marcatamente allo stress durante il momento di mancata attenzione da parte della madre. Gli stessi ricercatori, come spiega Blanco-Dormond, ammettono però che si tratta di uno studio preliminare e che ci sarà bisogno di campioni più ampi per capire l’influsso dello stato psicologico della madre e della sua mancanza di attenzione nei confronti del figlio sul battito cardiaco.