I fascisti assaltano e Fratelli d'Italia fa la vittima: "Vogliono depotenziare l'opposizione"

Il centro-destra tenta ancora una volta di minimizzare il rischio che viene dai seguaci di Mussolini e dai loro accoliti mischiandoli con i centri sociali. Due fenomeni diversi: il fascismo è un reato

Francesco Lollobrigida

Francesco Lollobrigida

globalist 13 ottobre 2021
Il centro destra non riesce proprio a condannare pienamente gli atti fascisti senza chiamare in causa la sinistra:
"Presenteremo una mozione unitaria del centrodestra contro tutte le organizzazioni che rappresentano un pericolo per la libertà. A Roma c'è stato un vergognoso assalto da parte di una sigla che si definisce neo-fascista, a Milano il servizio d'ordine della Cgil ha dovuto fronteggiare i centri sociali con bandiere rosse anarco-insurrezionaliste".
Lo ha affermato in una intervista al Corriere della Sera il capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia Francesco Lollobrigida.
"Pensiamo - ha rilevato - che sia in atto un tentativo di delegittimazione di una protesta democratica. Crediamo che si voglia depotenziare il ruolo dell`opposizione. E che come è già accaduto ci sia una criminalizzazione nei nostri confronti in quanto avversari che non si riesce a battere: è successo con Berlusconi, con Salvini, ora con noi".
Lollobrigida ha ribadito che FdI non sarà alla manifestazione della Cgil: "Noi rispetteremo la legge che impone il silenzio elettorale. Se si fosse tenuta prima, o dopo il voto, avremmo certamente potuto prendere in considerazione una nostra partecipazione. Ma scegliere Roma, dove si vota, di sabato sembra davvero un tentativo di allungare la campagna elettorale a vantaggio di una parte. Ed è troppo".