Sono nazifascisti usciti dalle fogne: che dice la magistratura di Fratelli d'Italia a Milano?

Frequentano ex terroristi neri e hanno un uso disinvolto del danaro. Ammirano Hitler, fanno il saluto romano e prendono in giro gli ebrei. Ha qualcosa da dire Giorgia Meloni?

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

Arturo Scotto 1 ottobre 2021
Sono nazifascisti e sono di nuovo usciti dalle fogne nelle quali erano stati ricacciati dalla Repubblica democratica fondata dalla Resistenza. 
Sono spavaldi, irriverenti, volgari. 
Ma anche imbroglioni, con collegamenti strani con massonerie e servizi segreti deviati. 
Frequentano ex terroristi neri e hanno un uso disinvolto del danaro. 
Ammirano Hitler, fanno il saluto romano e prendono in giro gli ebrei. 
Quando sorridono in orribili selfie pronunciano la parola Berizzi, il cognome di un giornalista coraggioso di Repubblica che da anni denuncia la pericolosità della galassia nera che ha infiltrato istituzioni ed economia. 
Una minaccia vera e propria. 
Militano in Fratelli d’Italia, un partito presente in parlamento e in forte ascesa elettorale. 
Fanpage lo racconta in un’inchiesta magistrale su Milano e i candidati della destra. 
Ha qualcosa da dire Giorgia Meloni delle persone con cui si accompagna, compreso il suo capo delegazione al Parlamento Europeo?
E la magistratura dorme di fronte a questa rete eversiva che attenta allo Stato democratico?