Il Senato approva la riforma della Giustizia: adesso è legge

La riforma del processo penale passa con 177 sì e 24 no. Era tra le condizioni poste dall'Ue per erogare i fondi del Recovery Plan.

Approvazione al Senato della riforma della giustizia

Approvazione al Senato della riforma della giustizia

globalist 23 settembre 2021

Il Senato ha approvato la riforma del processo penale con 177 sì, 24 no nel testo già licenziato dalla Camera, che quindi è legge.

Tra i no ci sono sempre i senatori di Fratelli d’Italia e di Alternativa c’è, costola dissidente di M5S.

L'approvazione della riforma del processo penale, come quella del processo civile, sono tra le condizioni poste dall'Ue per erogare i fondi del Recovery Plan.

In soli tre giorni doppio via libera per le due riforme portate in aula dalla Guardasigilli Marta Cartabia, che rappresentano la scommessa con l’Europa per incassare i fondi del Pnrr, con la garanzia che i processi civili ridurranno i tempi del 40% e quelli penali del 25 per cento.

Una parte delle nuove norme, come la regola della improcedibilità, entra in vigore subito, ma riguarderà solo i reati commessi dopo il primo gennaio 2020.