Meloni contro Lamorgese (ma per silurare Salvini): "Sfiducia alla ministra"

La capa di Fratelli d'Italia cerca di mettere Salvini in una posizione di scontro con Draghi e perdere la faccia a destra

Meloni e Salvini

Meloni e Salvini

globalist 23 agosto 2021

Tra la ministra dell’Interno Lamorgese e Matteo Salvini, si sa, non scorre buon sangue. Questo attrito che ha riguardato prima la gestione dei migranti, e successivamente la gestione dello scandaloso rave party è stato cavalcato dalla orbaniana Giorgia Meloni, che vuole spingere Salvini allo scontro con il governo, chiedendo le dimissioni della ministra.

"La vicenda di Viterbo grida vendetta davanti a Dio, e per questo stiamo valutando di presentare una mozione di sfiducia contro il ministro Lamorgese".

Lo annuncia la capa di Fratelli d'Italia.

"Come può un Governo che impedisce alla gente di andare al bar, che chiude le attività economiche, che non consente ai ragazzi di andare a scuola, consentire a migliaia di scappati di casa -si chiede la leader di Fdi- di bivaccare ammassati tra la droga per giorni? In qualunque nazione normale il capo del Viminale si sarebbe già dimesso..."

Poi prosegue: "Quei signori se ne sono andati spontaneamente, una volta terminati i balli. Lo Stato italiano non ha neanche provato a sgombrare, si è arreso prima. Chiediamoci perchè gli organizzatori francesi dell'evento hanno scelto l'Italia e non la Francia. All'estero avrebbero sgomberato usato usando gli idranti , nella nostra repubblica delle banane tutto è concesso. Ed è solo l'ultima testimonianza di come in Italia le regole valgano solo per la brava gente, e non per i delinquenti. Con quale credibilità -conclude Meloni- uno Stato che ha paura di un rave party, poi usa il pugno duro contri ristoratori, commercianti e imprenditori?”.