Renzi rigira la frittata sull'omofobia: "Il vero partito NoZan è il Pd"

Il capo di Italia Viva continua ad attaccare il partito democratico contrario ai tentativi di mediazione al ribasso sul Ddl

Matteo Renzi

Matteo Renzi

globalist 16 luglio 2021
Renzi prevede che il Ddl Zan non passerà mai così com'è al Senato e scarica la colpa sul Pd che non ha voluto trovare una mediazione con Italia Viva e la destra.
"Sulla legge contro l`omotransfobia ormai siamo al paradosso: si può votare la legge in un pomeriggio, ma i principali avversari di una legge sono diventati i (pochi) senatori più estremisti del Pd. Sempre meno, a dire il vero, perché nel Pd cresce il numero di chi vuole saggiamente un accordo. Ma ormai è il Pd il vero partito NOZan". Lo afferma il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, nella enews.
"Se si vuole una buona legge - prosegue - i voti ci sono. Ho fatto un appello in Parlamento, lo farò fino all`ultimo giorno: la politica è dialogo, non ideologia. In Senato ci sono i legislatori, non gli influencer. Se si vuole una legge si può fare modificando gli articoli 1,4,7.
Chi dice no al dialogo sarà responsabile di aver affossato la legge e non riuscirà a cavarsela con un post o con un tweet. Cari Dem, appena avete finito di inseguire i cantanti famosi vi aspettiamo in Senato, nei luoghi della politica.
Sempre che il Pd non stia cercando di allungare i tempi per fare del Ddl Zan la battaglia identitaria in vista delle amministrative. Sarebbe triste per le migliaia di ragazzi che aspettano da anni questa legge. Magari qualcuno pensa così di prendere qualche consenso in più: io preferisco allargare i diritti senza pensare al consenso. E voglio farlo subito".