Letta non cede alle pressioni di Renzi (e di Marcucci): "Sul ddl Zan si va avanti. Punto"

Il leader dem non vuole nessuna mediazione al ribasso e non si fida della Lega di Salvini: "Non hanno alcuna volontà di fare di quella norma una norma migliore, semplicemente non la vogliono".

Letta

Letta

globalist 10 luglio 2021

No alle pressioni di Marcucci, no alla campagna di stampa ‘moderata’, no al canto delle sirene sovraniste,

Nel contrasto dell’omofobia si va avanti senza cedimenti e mediazioni al ribasso. Posto che tutte le mediazioni possibili ci sino state alla Camera.

 Sul ddl Zan "noi andremo avanti, punto. Sono stra-convinto della bontà delle nostre ragioni e del fatto che le ragioni di chi ci vuole attrarre in un pantano di negoziazioni sono le ragioni di chi vuol fare saltare quella norma e non di chi la vuole migliorare. Salvini e la Lega non hanno alcuna volontà di fare di quella norma una norma migliore, semplicemente non la vogliono". Così 

Enrico Letta, segretario del Pd, alla Repubblica delle Idee.