Letta: "Il popolo del centro-sinistra c'è ed è con noi"

Il segretario del Pd commenta positivamente le primarie di Roma e Bologna: "Alla faccia dei critici che le raccontavano come qualcosa di burocratico"

Enrico Letta

Enrico Letta

globalist 21 giugno 2021
Lui vede la possibile crescita di un nuovo pronte progressista nella quale il Pd sia asse centrale senza bisogno di inseguire a destra i liberisti ma diventando davvero un partito in sintonia con le istanze popolari (non populiste) di coloro che chiedono più equità e giustizia sociale: "Il popolo di centrosinistra c'è ed è con noi. Le primarie sono state un grande successo.
Cercheremo di allargare il più possibile la coalizione. Ora c'è bisogno di tutti. E lo dico in particolare a Isabella Conti". Così il segretario del Pd Enrico Letta.
Ottima la partecipazione alle primarie
L'importanza delle primarie del centrosinistra emerge ancora più chiaramente se si guarda al voto per le regionali francesi, secondo il segretario Pd Enrico Letta.
"In Francia alle regionali ha votato un elettore su tre". In questo contesto "la partecipazione dei nostri militanti, attivisti, è un segno ancora maggiore. In questa fase post-Covid la partecipazione è lenta e noi abbiamo dimostrato di crederci".
Aggiunge il leader Pd: "Lo dico alla faccia di quelli che hanno voluto raccontare le primarie come un'altra storia, una cosa burocratica, di un partito che usa sempre vecchi metodi… No, il metodo della partecipazione è il più nuovo, innovativo, importante che ci sia".