Bugani: "Serve una contaminazione tra M5s e Pd o sarà l'imbarbarimento"

Il capostaff di Virginia Raggi e capogruppo pentastellato a Bologna: "Se dovesse vincere Lepore, porteremo avanti con entusiasmo il percorso iniziato qualche anno fa"

Virginia Raggi e Max Bugani

Virginia Raggi e Max Bugani

globalist 15 giugno 2021

Una apertura da un esponente che fino a non poco tempo fa era considerato uno dei ‘duri e puri’ del movimento.

 "Per Pd e Movimento 5 Stelle questo è il momento di contaminarsi e cercare punti di contatto, a partire dalle amministrative nei territori in cui il dialogo è possibile".

Parole di Massimo Bugani, capostaff di Virginia Raggi e capogruppo pentastellato a Bologna, che ha assicurato di avere "la massima fiducia in Giuseppe Conte" e di attendere "serenamente la proposta di nuovo statuto". O Pd e M5s "dialogano e si contaminano l'una con l'altra al fine di costruire maggiore equità, oppure ci attendono anni di imbarbarimento politico e sociale", spiega il Cinque Stelle.

Sulla sfida di Roma, dove M5S e Pd hanno candidati di partito dice di essere "sicuro che Virginia Raggi la voteranno in tanti anche al secondo turno, perché i cittadini scelgono sempre il candidato che sentono più vicino a loro o comunque meno lontano".

A Bologna Bugani spiega che potrebbe invece esserci convergenza tra il suo movimento e i dem: "Se dovesse vincere Lepore, porteremo avanti con entusiasmo il percorso iniziato qualche anno fa, se invece dovesse vincere la candidata di Matteo Renzi, ci faremo da parte e vivremo un'estate meno stressante".