Rifondazione: "Sui migranti Lamorgese-Draghi peggio di Salvini e Conte"

L'accusa di Maurizio Acerbo e Stefano Galieni: "Nel 2021 si registrano finora 811 morti mentre in tutto il 2019 furono 918"

Maurizio Acerbo

Maurizio Acerbo

globalist 13 giugno 2021

Sui migranti le cose andavano male con Salvini al Viminale e meglio con il governo giallorosso e ora con quello dei cosiddetti migliori?

Molti non la pensano così.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale, e Stefano Galieni, responsabile immigrazione, Rifondazione Comunista - Sinistra Europea, hanno scritto via Twitter che "Oscar Camps fondatore della ong Open Arms ha espresso con un tweet una verita' che tutti gli ipocriti di centrosinistra fan finta di non vedere: 'finora nel 2021 si registrano 811 morti quasi uguali a tutto il 2019 (918) e più di tutti i decessi registrati nel 2018 (793)'.
Senza clamore mediatico, il tandem Draghi /Lamorgese sta facendo molto peggio di Conte/Salvini".


"Nel tweet Oscar Camps - hanno proseguito gli esponenti di Prc - denuncia che queste sono le conseguenze del sequestro da parte delle autorita' italiane di 5 imbarcazioni a cui si impediscono le attività di salvataggio in mare. Nel Mediterraneo si continua a morire ma non si levano piu' le voci contro la disumanità del governo ora che dentro c'è il PD e alla guida il banchiere caro a Ue e Usa. Il meno peggio funziona come il cloroformio sulle coscienze, anche a sinistra", hanno concluso Acerbo e Galieni.