Dopo il no di Albertini a Milano la destra punta su Lupi

Il centrista attuale presidente di Noi con l'Italia è stato lanciato in pista da Tajani

Albertini e il candidato sindaco a Milano Maurizio Lupi

Albertini e il candidato sindaco a Milano Maurizio Lupi

globalist 15 maggio 2021

Dopo il no definitivo di Gabriele Albertini per la candidatura a Milano, la scelta per il centrodestra è ricaduta ufficiosamente su Maurizio Lupi.

L'ex ministro e attuale presidente di Noi con l’Italia tace ma chi ha avuto modo di sentirlo nelle ultime ore sarebbe pronto a valutare una sua candidatura ma solo a patto che sia condivisa dalla coalizione, ovvero che ci sia la convergenza di tutti, dalla Lega a Fdi, passando per Forza Italia e i 'piccoli' della coalizione, a cominciare da 'Cambiamo'.

Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Fi, oggi ha lanciato in campo Lupi: ''Credo che Maurizio possa essere un eccellente candidato''.

In campo ci sarebbero anche il manager Roberto Rasia dal Polo, gradito alla Lega, e Riccardo Ruggiero, che erano stati già sondati le scorse settimane e avevano dato la loro disponibilità.

Rumors avevano parlato anche di una donna, sondata sempre da Matteo Salvini.

Ignazio La Russa è convinto che ora si ritorna alle 'rose' di candidati iniziali, anche se lascia intendere che Albertini possa sorprendere ancora tutti.

''Oltre ad Albertini - dice all'Adkronos il vicepresidente del Senato - noi di Fdi abbiamo sondato altri due nomi, ma non vogliamo bruciarli: sono competitivi. Ora si ritorna al punto di partenza e alle rose che avevamo selezionati. Ma con Albertini -la butta lì La Russa- i colpi di scena non finiscono mai, anche se il tempo stringe''.