Renzi non prende le distanze da Salman ma Italia Viva attacca Magistratura democratica

Il presidente dei senatori renziani Faraone: "Partecipa ad una conferenza internazionale e una corrente della magistratura dice che va creato 'un cordone sanitario intorno a lui': nessuno ha nulla da dire?".

Davide Faraone e Matteo Renzi

Davide Faraone e Matteo Renzi

globalist 1 marzo 2021

Con tutta la simpatia, c’è da dire che invece di ammettere l’errore e - soprattutto - invece di condannare il principe ereditario Bin Salman i renziano fanno le vittime.

Proprio loro che avevano accusato Conte di non aver condannato Trump dopo Capitol Hill? E Renzi invece?

''Renzi sull'Arabia ha già detto tutto sulla stampa nazionale e internazionale: invito tutti a rileggere le numerose interviste rilasciate a quotidiani esteri e nazionali che certo non sono state fatte a tavolino come fa Casalino".

 Così il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, a Tagadà.

"Sull'omicidio Khashoggi ha usato parole di grande chiarezza chiedendo di fare luce. Per quanto riguarda il 'rinascimento saudita' mi pare che ne abbiano parlato anche altri : lo stesso ministro Di Maio che rappresenta il nostro Paese ai massimi livelli ha illustrato le grandi opportunità per le aziende italiane in quel territorio, basta visitare il sito web della Farnesina. Rimango invece basito del fatto che se Renzi partecipa ad una conferenza internazionale, come accade a moltissimi altri leader, una corrente della magistratura dica addirittura che va creato 'un cordone sanitario intorno a lui': nessuno ha nulla da dire su questo?".

Ma in Italia c’è la libertà di espressione? O c’è una legge che vieta ai magistrati di dire la loro opinioni su questioni che non riguardano i processi che seguono?