Per Sileri un nuovo lockdown sarebbe davvero eccessivo

Parla l'ex viceministro della Salute, anche riguardo la mancata riaperture delle piste da sci: sarebbe molto importante riuscire a comunicare queste decisioni con un maggior margine di tempo

Sileri

Sileri

globalist 16 febbraio 2021
Ci mancherà l'equilibrio di Sileri, il suo evitare sisteaticamente di terroriazzare il Paese. "Secondo il mio parere, un lockdown generalizzato adesso sarebbe un provvedimento eccessivo. Servono chiusure localizzate laddove c'è un andamento del virus anomalo, continuando a usare i 21 parametri, in una logica di stop and go. Una volta protetti con il vaccino il personale sanitario, gli anziani e i fragili, sarà un atto dovuto procedere a graduali riaperture".
Lo scrive su Facebook Pierpaolo Sileri, ex viceministro della Salute. "Negli ultimi giorni - sottolinea - abbiamo assistito in diverse aree alla diffusione di alcune varianti del virus: questo spiega la decisione di fare un passo indietro sulle riaperture annunciate. Ma sarebbe molto importante riuscire a comunicare queste decisioni con un maggior margine di tempo. D'altra parte, fin dall'inizio della pandemia c'è un problema di comunicazione che coinvolge tutti coloro che si rapportano alla popolazione. Gli esperti devono collaborare anche attraverso le dichiarazioni rilasciate ai media".