Draghi incontra i partiti: "Dobbiamo puntare su un fisco progressivo"

Si partirà dai "responsabili" questa mattina, poi Leu, Italia Viva, Fratelli d'Italia, Pd, Forza Italia, Lega e M5S.

Draghi

Draghi

globalist 9 febbraio 2021

Questa mattina sono riprese le consultazioni del presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi. 

La riforma fiscale dovrà prevedere "una rimodulazione delle aliquote e degli scaglioni" all'insegna della "progressività" dell'imposizione. E' quanto ha detto Draghi ai gruppi parlamentari che sta incontrando nelle consultazioni.

Draghi avrebbe anche detto che la riforma non dovrà prevedere "nuove tasse o imposte", e che dovrà riuscire ad aggredire "il male endemico" dell'evasione fiscale. Il programma di governo, illustrato oggi ai gruppi parlamentari dal premier incaricato nei "pilastri generali", verrà "dettagliato in Parlamento" nell'eventuale giorno della fiducia. 

Il primo gruppo incontrato oggi è stato Europeisti - MAIE- Centro Democratico del Senato, la cui delegazione era composta da Riccardo Antonio Merlo, Andrea Causin e Gregorio De Falco. Poi è stata la volta del Gruppo Liberi e Uguali Camera e la Componente Liberi e Uguali Senato, rappresentati da Federico Fornaro e Loredana De Petris. Poi Italia Viva della Camera e Italia Viva-PSI del Senato con Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Teresa Bellanova e Davide Faraone.

In corso l'incontro con i Gruppi Fratelli d'Italia di Camera e Senato. La delegazione del partito ricevuta a Montecitorio composta da Giorgia Meloni, Francesco Lollobrigida e Luca Ciriani.

Alle 15 il Pd; alle 15.45 Forza Italia; alle 16.30 la Lega ed alle 17.15 il M5S


Il programma di Draghi: leggete qui