La Lega fa opposizione all'Italia: si è astenuta sul bilancio Ue e sul Recovery Plan

Spiega Brando Benifei: "Per capire la gravità di questa astensione è necessario ricordare che il bilancio Ue fornisce aiuto ai cittadini europei, alle imprese, ai giovani, alle persone più bisognose"

Salvini

Salvini

globalist 16 dicembre 2020
L'eurodeputato Pd Brando Benifei ha ribadito che la Lega sta facendo "opposizione all'Italia", perché si è astenuta sul voto del bilancio Ue e sul Recovery Plan: "Un'astensione vergognosa che dimostra, per l'ennesima volta, come la Lega stia facendo opposizione non al governo, ma al popolo italiano".
Spiega Benifei: "Per capire la gravità di questa astensione è necessario ricordare che il bilancio Ue fornisce aiuto ai cittadini europei, alle imprese, ai giovani, alle persone più bisognose, alla ricerca, alla cultura, ai settori chiave della nostra economia come la ristorazione, il turismo, le piccole medie imprese, le famiglie. Con che coraggio la Lega può continuare a presentarsi alla porta degli italiani per chiedere il loro voto?".
"È stato un anno di dure battaglie - conclude Benifei - e negoziati per strappare in Europa un accordo vincente e fondamentale per la ripresa. Grazie al nostro lavoro l'Italia sarà il primo beneficiario dei fondi del Recovery plan, con oltre 200 miliardi di euro; uno dei primi beneficiari di SURE che supporta la cassa integrazione, uno dei primi beneficiari dell'aumento ai fondi europei per la coesione. Non votare questo accordo significa sperare che l'Europa e l'Italia falliscano. Non glielo permetteremo".
La reazione di Emanuele Fiano
"La Lega nei fatti è l'avversario degli italiani che abbiamo in casa, un vero pericolo per tutti noi. Incurante delle sofferenze del Paese i leghisti sono stati gli unici eurodeputati italiani ad astenersi sul bilancio pluriennale europeo, ovvero sulla garanzia del Recovery Plan. Sono rimasti al fianco di Orban e hanno voltato le spalle all'Italia e agli italiani. Salvini è come sempre contro l'interesse nazionale. D'altra parte sono schierati con quelli che dicono no al Recovery. La Lega si conferma il partito anti-italiano e con questi schiaffo ai nostri cittadini perde ogni tipo di credibilità". Così in una nota Emanuele Fiano responsabile Esteri nella segreteria del Pd.