Le esagerazioni di Giorgia Meloni: "Mercoledì o crolla il M5s o Conte, che si crede il Re Sole"

Che in un momento di emergenza ci si auguri che il governo crolli, lasciano l'Italia nel caos è davvero quanto di più meschino si possa fare.

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

globalist 5 dicembre 2020
Giorgia Meloni ne è convinta: "Delle due l'una: o crolla Conte o crolla il MoVimento Cinque Stelle" nel voto di mercoledì prossimo sul Mes. E il centrodestra, sottolinea la leader di Fratelli d'Italia, proverà a dare la spallata al Governo Conte: "Come Fdi e come centrodestra - dice Meloni intervistata dal Messaggero - stiamo facendo e facciamo quello che dobbiamo fare: con determinazione e compattezza".
"Magari - sottolinea Meloni- mercoledì 9 dicembre dovesse crollare il Governo: sarebbe una liberazione per gli italiani dei quali questo Premier, credendosi il Re Sole, pensa di poter decidere tutto. Compresi i diritti fondamentali: come devono muoversi, chi devono vedere e chi no". D'altra parte, se invece la riforma del Mes sarà approvata e il governo resterà al suo posto "io penso che se il 9 dicembre i Cinque stelle cederanno anche sul Mes avranno raggiunto lo storico obbiettivo di aver tradito il 100% delle promesse fatte ai loro elettori...".
Che in un momento di emergenza ci si auguri che il governo crolli, lasciano l'Italia nel caos, senza un piano vaccinazioni, senza un piano per il Mes, senza una linea guida per fronteggiare la pandemia, è davvero quanto di più meschino si possa fare. Ma d'altronde, è di Giorgia Meloni che stiamo parlando.